Il tesoro di Seuso

Di questo argomento si è sentito parlare la prima volta nel 1990 quando alla Sotheby’s sono stati messi all’asta oggetti in argento risalenti al periodo romano (IV secolo d.C.) e la cui proprietà era stata attribuita a Seuso, dalla dedica incisa su uno dei piatti. Siccome non si è potuta identificare con esattezza la provenienza dei reperti, la Casa d'aste pubblicò un invito per ricevere notizie utili, al quale risposero il Libano, l'Ungheria e l’ex Jugoslavia. Quest'ultima fornì le coordinate più precise, complete di testimonianze che individuavano presso Barbariga il luogo del ritrovamento. In definitiva i preziosi oggetti in argento sono rimasti di proprietà del nobile inglese Lord Northampton: tra piatti e brocche di finissima fattura e i più bei esempi di argenteria artistica d'epoca romana, i quattordici pezzi pesano più di 30 chili. Il loro valore di mercato è stimato sui 40 milioni di sterline. La storia del ritrovamento, del trafugamento e della sorte definitiva di questo tesoro non è finita, perché si tenta ancora di rispondere a tante incognite. 

seusovo blago

 alloggiomanifestazionigastromultimedia
Grad Vodnjan oblak logo web Hrvatska 365 logo web HTZ logo web LAG JI logo TZ Istra logo web

UT Dignano - Orario di lavoro

Aperto: I - XII
Orari di apertura:
I – V, X – XII: 08:00 – 16:00, chiuso il sabato e la domenica
VI: 08:00 – 16:00, sabato 09:00 – 13:00, domenica chiuso

VII – VIII: 08:00 – 20:00, sabato 08:00 – 20:00, domenica 09:00 – 13:00
IX: 08:00 – 16:00, sabato 09:00 – 14:00

S5 Box

Login